Link Commerciali | Si applicano T&C | 18+

La Roma si sbarazza non senza difficoltà di un Cagliari in palla con il risultato di 1-0, mentre la Lazio archivia la pratica Salernitana in poco meno di 15 minuti grazie a uno scatenato Immobile.

Mourinho ritrova i tre punti

Dopo un girone d’andata tra alti e bassi la squadra di José Mourinho ritrova finalmente i tre punti grazie a un goal su rigore del nuovo arrivato Sergio Oliveira. Il portoghese si è ambientato immediatamente nella nuova squadra ed è stato autore di una partita di primissimo livello. Ciò che continua a preoccupare lo Special One è la scarsa concretezza sotto porta dei giallorossi che ancora una volta hanno sprecato troppo e hanno rischiato di pareggiare la partita nei minuti finali.

Solo un intervento miracoloso dell’estremo difensore Rui Patricio ha impedito al Cagliari di tornare dall’Olimpico con un punto e la sensazione diffusa è che questa Roma debba ancora lavorare tanto se vorrà continuare a credere nella Champions League che comunque non dista molto. I giallorossi hanno a propria disposizione tutte le qualità per sognare in grande, ma da qui in poi dovranno necessariamente cambiare marcia e approcciare alle partite con uno spirito differente.

La Lazio vince agevolmente a Salerno

Una doppietta di Immobile risolve in poco più di 15 minuti la pratica Salernitana, con i campani che di fatto sono stati costretti a schierare diversi ragazzi della Primavera a causa delle tante defezioni dell’ultim’ora. Per i biancocelesti sono tre punti che valgono oro e che permettono alla squadra di Maurizio Sarri di tenere il passo dei cugini giallorossi e di guadagnare due punti sul quarto posto attualmente occupato dall’Atalanta. La qualificazione alla prossima Champions League non sarà semplice, ma in queste ultime settimana la Lazio ha dimostrato di aver metabolizzato i dettami tattici del nuovo allenatore e di essere sulla strada della ripresa.

Il campionato di Serie A si accinge a entrare nel vivo e le due romane continuano a vivere di alti e bassi. Le recenti vittorie contro Cagliari e Salernitana danno un po’ di respiro alle squadre capitoline che comunque da qui al termine della stagione dovranno necessariamente cambiare marcia se vorranno riuscire a tenere il passo di Inter, Milan, Napoli, Atalanta e Juventus che continuano a correre nonostante le tante difficoltà accusate negli ultimi mesi.