Link Commerciali | Si applicano T&C | 18+

Il Milan sfata il tabù Verona grazie a una straordinaria prestazione di Sandro Tonali e di Rafael Leao che prendono per mano i rossoneri e si candidano come futuri dominatori della nostra Serie A.

L’Inter vince in rimonta con l’Empoli e tiene aperto il campionato

Dopo la clamorosa sconfitta a Bologna, l’Inter aveva seriamente rischiato di compromettere irrimediabilmente la propria stagione ma anche grazie alla recente vittoria in rimonta contro l’Empoli tutto è ancora aperto. Certo, il Milan ha il destino nelle proprie mani e nelle due gare restanti potrà anche permettersi di fare soli quattro punti, ma la sensazione è che tutto sia ancora aperto e che tutto possa ancora accadere.

Mai come quest’anno le squadre in testa alla classifica si sono equivalse e mai come quest’anno le due milanesi sono state sempre lì a compiere sorpassi e controsorpassi. L’Inter sicuramente ha da recriminare tanto e ha lasciato per strada una marea di punti in partite decisamente alla propria portata, ma c’è anche da dire che ripartire dopo le partenza estive di Antonio Conte, Lukaku e Hakimi sarebbe stato difficile per chiunque. Nell’attesa di scoprire se dall’anno prossimo Paulo Dybala vestirà o meno la maglia nerazzurra, il popolo interista si gode un Lautaro Martinez in grande spolvero che è a un solo goal dalle 20 reti messe a segno nella nostra Serie A.

Il Milan è padrona del proprio destino.

Con due punti di vantaggio sui cugini nerazzurri e il vantaggio negli scontri diretti, nelle due giornate che mancano al termine del campionato i rossoneri potranno permettersi anche di pareggiare una partita e di vincere l’altra. I tifosi del Diavolo sognano un ritorno al successo a distanza di 11 anni dall’ultima volta e la sensazione è che questa squadra abbia a propria disposizione tutti i mezzi tecnici e valoriali per non mollare proprio nelle ultime giornate. Trascinati da Tonali e Leao i rossoneri stanno riuscendo a sopperire alla mancanza di un vero e proprio bomber da 20 goal, ma Giroud e Ibrahimovic hanno dimostrato in più di un’occasione di poter incidere sulle sorti della propria squadra anche senza andare in rete.

Non vediamo l’ora di scoprire cosa accadrà in queste ultime giornate ma ciò che è certo è che Inter e Milan saranno lì a lottare per lo scudetto anche nei prossimi anni.