Link Commerciali | Si applicano T&C | 18+

Se n’è andato quasi un terzo di questo campionato di Serie A edizione 2021-2022 e dopo 11 giornate in testa alla classifica troviamo la coppia formata da Napoli e Milan che hanno allungato sulle dirette inseguitrici e che sembrano le principali indiziate per la vittoria dello scudetto.

Per il Milan è il miglior inizio di sempre

Nella sua storia il Milan non era mai riuscito a conquistare 31 punti nelle prime 11 gare disputate in Serie A, ma la squadra allenata da Stefano Pioli ha deciso di fare sul serio e sta scrivendo record su record. Il secondo posto conquistato l’anno passato pareva essere già un punto di arrivo per i rossoneri che dopo anni difficili erano riusciti a tornare in Champions League in maniera un po’ inaspettata e alla vigilia di questo campionato, pertanto, in molti avevano pensato che il Diavolo potesse chiudere nuovamente tra le prime quattro. Per scommettere sulla Serie A o sulle prossime partite del Milan puoi controllare la nostra lista dei migliori bonus scommesse in Italia (bonus di benvenuto e bonus senza deposito).

In pochi, se non nessuno, aveva però pronosticato che dopo 11 gare i rossoneri potessero essere ancora imbattuti grazie a 10 vittorie e un solo pareggio. Ibra e compagni, invece, hanno alzato ulteriormente il proprio livello di gioco e hanno acquisito una consapevolezza nei propri mezzi che sta permettendo loro di fare la differenza in ogni partita, anche contro le dirette rivali nelle zone nobili della classifica.

Ora la squadra di Pioli punta allo scudetto senza mezzi termini e l’impressione diffusa è che i rossoneri si giocheranno il titolo sino alla fine con il Napoli di Spalletti che continua a vincere e convincere.

Il Napoli è l’unica che riesce a tenere il passo del Milan

Nel derby campano contro la Salernitana, per il Napoli è giunta la decima vittoria stagionale che ha permesso ai partenopei di tenere il passo del Milan e di continuare a ricoprire il primo posto in classifica. Nonostante le assenze di Osimhen e Insigne, anche contro i cugini e rivali salernitani il Napoli di Spalletti ha dimostrato di essere diventata una squadra matura, ben diversa da quella che solo quattro mesi fa chiudeva il campionato al quinto posto non riuscendo a centrare l’obiettivo Champions League. La sensazione è che questa squadra sia ormai matura per vincere uno scudetto che manca da più di 30 anni e chissà che per gli azzurri questa non possa essere la volta buona per porre fine a un digiuno tanto lungo.

Il calcio italiano è finalmente tornato al suo meglio e non vediamo l’ora di scoprire chi alla fine riuscirà a spuntarla. Milan e Napoli al momento sembrano le favorite per la vittoria dello scudetto, ma occhio all’Inter che non ha nessuna intenzione di cedere il trono della Serie A senza prima dare tutto ciò che ha in corpo.

18+ Gioca Responsabilmente genziadoganemonopoli Istituto Superiore di Sanità