Link Commerciali | Si applicano T&C | 18+

Contro un Venezia decimato dal covid, la squadra di Simone Inzaghi fatica in modo impronosticabile, ma alla fine riesce a portarsi a casa i tre punti grazie a un goal in extremis di Edin Džeko.

I nerazzurri vincono in rimonta contro il Venezia grazie a un goal di Džeko

Dopo aver giocato due partite durate 120 minuti negli ultimi 10 giorni e la difficile sfida con l’Atalanta, la squadra di Simone Inzaghi si presentava alla partita contro il Venezia con tutti i favori del pronostico dalla propria parte. I nerazzurri, invece, hanno incontrato più di una difficoltà contro i lagunari e hanno seriamente rischiato di perdere dei punti per strada.

Solo un goal di Džeko alla fine della partita ha permesso a Barella e compagni di portarsi a casa i tre punti e a tenere il passo forsennato degli ultimi mesi, quando sono arrivate ben otto vittorie su nove partite disputate. Ora lo scudetto sembra sempre più vicino, anche e soprattutto in considerazione del fatto che questa Inter ha imparato a soffrire e ora riesce a portarsi a casa anche partite in cui non brilla, come solo le grandi squadre sanno fare.

Lo scudetto è sempre più vicino

Con Milan e Napoli che continuano a viaggiare a corrente alternata, l’Inter è ormai la principale indiziata per bissare il successo dell’anno passato quando sotto la guida di Antonio Conte i nerazzurri riuscirono a interrompere il dominio Juventus durato ben nove anni.

La sensazione è che il Biscione sia la squadra più forte e completa di tutta la nostra Serie A e che, a differenza delle dirette rivali, abbia ormai la consapevolezza di poter vincere con chiunque pur senza brillare. Nell’altro anticipo del sabato, il pareggio tra Lazio e Atalanta permette inoltre alla Juventus di credere ancora nella Champions League e la sensazione è che la squadra di Massimiliano Allegri stia, seppur lentamente e faticosamente, trovando la propria identità. Certo, fare a meno di Cristiano Ronaldo sarebbe stato difficile per chiunque, ma i bianconeri hanno accusato più di qualche difficoltà che va ben oltre il mero lato tecnico.

Il campionato di Serie A si accinge a entrare nel vivo e l’Inter si presenta alla fase cruciale del campionato come la squadra da battere. Simone Inzaghi si gode un gruppo forte e consapevole dei propri mezzi e la sensazione diffusa è che ormai la strada verso il secondo scudetto consecutivo sia tutta in discesa.